Immobili di Prestigio
Home
Immobili di Prestigio
Altri filtri
0 Immobili Trovati
€ 1.200.000
Virtual Tour

Proprietà Amatoriale nel Cuore del Rione Parione

ROMA, Centro Storico, Rione Parione - Piazza Campo de’ Fiori. Proprietà amatoriale al piano secondo di un bellissimo Palazzo storico, con vista direttamente su Piazza Campo de' Fiori, una delle più affascinanti piazze del centro storico romano.
La proprietà è costituita da due appartamenti completamente restaurati e finemente arredati, composti come segue:
- Appartamento interno 2A, di mq 63,00 circa, composto da un' ampia zona pranzo con cucina a vista collegata con una comoda scala interna ad primo delizioso soppalco con comoda zona notte; un soggiorno-letto, anche questo collegato con ampia scala interna ad un secondo soppalco con ampia zona notte; un bagno con doccia multifunzione e cromoterapia.
- Appartamento interno 2B, di mq 70,00 circa, composto da un ampio soggiorno, cucina abitabile, camera da letto, bagno con doccia multifunzione e ripostiglio.

Le eleganti abitazioni sono arricchite da arredi pregiati, soffitti in legno a vista, docce con cromoterapia e dotate di impianto di climatizzazione.
Attualmente utilizzate dalla proprietà come raffinate case vacanza, con consolidato ed elevato reddito.

Dettagli:
Appartamenti amatoriali
63,00 mq int. 2A
70,00 mq int. 2B
Arredi pregiati
Soffitti in legno a vista
Doccia con cromoterapia
Climatizzazione
Alta redditività

RIONE PARIONE
"Il Piano Nobile della Città"

Il Parione si trova armoniosamente incastonato all’interno dell’ansa che il Tevere compie a lambire il Vaticano per poi ridiscendere lungo il Gianicolo; per l’esattezza, è compreso tra l’asse di Corso Rinascimento a est e quello di Via de’ Cappellari a sud-ovest, per formare un quadrilatero irregolare con gli angoli settentrionali in Piazza dell’Orologio e Piazza delle Cinque Lune. Non ha un’estensione considerevole, ma al suo interno si trovano alcune tra le piazze, le chiese, le abitazioni e le vie in assoluto più rinomate e suggestive della Capitale. Basti nominare Piazza Navona e Campo de’ Fiori, per accendere nella memoria di cittadini e stranieri immagini e suoni di luoghi dal fascino inconfondibile.
Sesto rione di Roma per decreto di Papa Benedetto XIV, ha per stemma un grifone – la nota creatura mitologica greca simbolo di fierezza e di nobiltà – ma il suo nome deriva da paries, parete, muro: nel senso di ‘rovine’, che nel Medioevo erano indicate con il termine pariones. Il rudere è ormai inesistente; potrebbe trattarsi di ciò che rimaneva delle recinzioni dello Stadio di Domiziano, oppure dei resti del sontuoso palazzo del prefetto dell’Urbe Cromaziano: un edificio molto alto, ricco di raffinati mosaici e di ornamenti d’oro e cristalli, e impreziosito dalla raffigurazione di un’astronomia con i segni celesti. Adiacente alla muraglia superstite, nelle vicinanze del Circo Agonale, tra la Chiesa di San Tommaso in Parione e Piazza Pasquino, v’era infatti anticamente una struttura chiamata Torre Parione de Campo.
La popolazione residente crebbe di numero fino al XV secolo, quando il rione perse la vecchia identità movimentata e disordinata tipicamente medievale per acquisire una fisionomia più rinascimentale, grazie agli interventi di miglioramento urbanistico operati sotto Sisto IV. Per tutto il secolo successivo, ristrutturazioni di palazzi, ampliamento e pavimentazione delle strade, interventi artistici per la valorizzazione estetica di chiese e edifici laici favorirono nuovi insediamenti e il fiorire di intense attività commerciali. L’area del Parione era allora così urbanisticamente fitta da risultare come l’unica zona compresa nelle Mura Aureliane dove i terreni edificati prevalevano su quelli liberi. Le trasformazioni si protrassero sotto i papi successivi fino alla metà del Settecento, per poi seguire il piano urbanistico di Domenico Fontana durante tutto il periodo pre-unitario; mentre le più recenti e significative alterazioni del rione si ebbero tra la fine del XIX secolo e l’epoca fascista.

Il cuore geografico del Rione Parione è Piazza Pasquino, che prende il nome dalla cosiddetta ‘statua parlante’, gruppo marmoreo di età romana collocatovi nel 1501. Da lì si dirama la Via del Governo Vecchio, corrispondente all’antica Via di Parione, un tempo itinerario dei cortei papali che da Castel Sant’Angelo erano diretti verso il Laterano, e oggi famosa per le caratteristiche botteghe di antiquari e artigiani. Sul lato opposto di Piazza Pasquino, attraverso l’omonima via, si accede a Piazza Navona, alla quale, per la ricchezza di storia e di arte, e anche per l’originalità delle attrazioni e l’intensità dei movimenti turistici, si potrebbero dedicare innumerevoli pagine di ammirata celebrazione.
Basti qui ricordare che la forma e le dimensioni tutt’affatto singolari della piazza sono dovute all’antica presenza in quel luogo dello Stadio di Domiziano, perfettamente orientato in direzione nord-sud per una lunghezza di 275 metri e una larghezza di oltre cento.
Il nome ‘Navona’ deriverebbe dai giochi agonali (in agone, nagone, navone, navona) che si tenevano in quell’area, ma è molto probabile che fu determinato anche per la forma oblunga e per la consuetudine invalsa tra il Seicento e l’Ottocento di allagare il fondo concavo della piazza perché ospitasse le sfilate degli equipaggi dei prelati e dei principi.
E sarebbe – come accennato – oltremodo esteso lo spazio necessario per soffermarsi a dovere sulla Fontana dei Fiumi del Bernini, sulla Chiesa di Sant’Agnese in Agone ultimata dal Borromini; così come su tutta la vita che notoriamente si svolge ogni giorno attorno a questi monumenti di sublime eleganza barocca.

Lungo il margine meridionale del rione, invece, attraversati Corso Vittorio Emanuele e Via del Pellegrino, sta la Piazza di Campo de’ Fiori: uno dei luoghi più importanti per la vita e la storia dei romani. Vi si tenevano gare sportive e popolari, ma anche comizi ed esecuzioni capitali; e dal 1869 ospita un tipico e vivacissimo mercato alimentare e floreale. Il suo nome ha forse radici mitologiche, ma più probabilmente è dovuto al fatto che nel Quattrocento l’area rimase abbandonata e si ricoprì di erba e fiori spontanei.
Dal 1887 vi si erge al centro il monumento a Giordano Bruno, realizzato da Ettore Ferrari in memoria del celebre personaggio proprio lì giustiziato sul rogo come eretico nell’anno 1600. Prevale comunque su tutte le altre, nel rione, la componente di distinzione, di elevatezza esclusiva, di eccellenza. Non è un caso che il territorio che occupa corrisponde all’unica parte di Roma certamente abitata senza interruzione dall’antichità fino a oggi.
E dunque, se pensiamo per un momento alla città come a un edificio patrizio dei secoli scorsi, non dovrebbe esserci difficile riconoscere al Rione Parione la funzione e il prestigio del piano nobile: di quel tipico elemento strutturale che la tradizione identificava nel primo piano, e al quale era riservata la vera e propria residenza della famiglia padronale, con le sale più ampie e adorne, con le finestre più luminose e le facciate esterne maggiormente curate nei dettagli di forma.
E se in tal senso Campo de’ Fiori rappresenterebbe un accogliente vano d’ingresso, Piazza Navona sarebbe senz’altro da considerare come uno sfarzoso, indefinibilmente straordinario salone dei ricevimenti.

Rif. HNH18

133 mq

2 Camere

2 Bagni

Indirizzo: Piazza Campo de Fiori
Mq interni: 133
CAP: 00186

Nazione: Italia
Arredi: Completamente arredato
Regione: Lazio
Ascensore:
Provincia: Roma

Comune: Roma
Stato di manutezione: Ristrutturato
Quartiere: Centro Storico
Riscaldamento: Autonomo
Località: Rione Parione
Anno di costruzione: 1600

Classe energetica: E
Tipologia: Appartamento

Destinazione: Residenziale
Contratto: Vendita
Piano: 2
Stato: Libero
Locali: 4
Camere: 2
Bagni: 2
Esposizione: Sud est
Rif.: HNH18

Indirizzo: Piazza Campo de Fiori
CAP: 00186
Nazione: Italia
Regione: Lazio
Provincia: Roma
Comune: Roma
Quartiere: Centro Storico
Località: Rione Parione

Tipologia: Appartamento
Destinazione: Residenziale
Piano: 2
Locali: 4
Camere: 2
Bagni: 2
Esposizione: Sud est

Mq interni: 133

Arredi: Completamente arredato
Ascensore:

Stato di manutezione: Ristrutturato
Riscaldamento: Autonomo
Anno di costruzione: 1600
Classe energetica: E

Contratto: Vendita
Stato: Libero
Materiale informativo
Materiale informativo

Condividi
rina
Sede Pinciano - Direzione generale
  • Indirizzo: Via Po 37 - 00198 Roma
  • Recapito telefonico: (+39) 06 85305436
  • Fax: (+39) 06 85304319
  • Email
Sede Prati - Uffici legali
  • Indirizzo: Piazza Giuseppe Mazzini, 8 - 00195 Roma
  • Recapito telefonico: (+39) 06 32650056
  • Fax: (+39) 06 8607969
  • Email
Sede legale - Amministrazione
  • Indirizzo: Via Po 37 - 00198 Roma
  • Recapito telefonico: (+39) 06 86216066
  • Fax: (+39) 06 85304319
  • Email


c'è casa e casa
Copyright 2017 Immobili di Prestigio srl - P.IVA 05984961002